I progetti

LA MOSTRA “THE BICYCLE REINASSANCE” (2018)

Una mostra per festeggiare i duecento anni della bicicletta, ma anche per celebrare la grande manifattura italiana nel mondo della mobilità ciclistica e non solo, che vede impegnati tremila imprese e settemila addetti solo nel nostro Paese.

Con questo obiettivo tra marzo e aprile 2018 si è svolta “The Bicycle Renaissance”, l’esposizione firmata da Innovation and Craft Society tenutasi alla Triennale di Milano. Protagonista della mostra è stata la bicicletta: quindici i modelli in rassegna che l’hanno raccontata come mezzo di trasporto urbano e come oggetto innovativo e artistico.

“The Bicycle Renaissance” è stato il primo degli appuntamenti che Banca IFIS ha scelto per raccontare diverse pagine delle eccellenze del made in Italy. La bicicletta, infatti, rappresenta al meglio il connubio tra tecnologia, design e stili di vita: è l’emblema del “nuovo modo di pensare e produrre proprio della quarta rivoluzione industriale”.

 

MEET THE MEDIA GURU

La collaborazione tra Innovation&Craft Society e Meet The Guru ha dato vita ad un ciclo di incontri tra imprenditori, addetti ai lavori e professionisti, con lo scopo di affrontare il tema della creatività al tempo della Quarta Rivoluzione Industriale.

Tra i guru che hanno preso parte all’iniziativa con grande partecipazione, anche Annie Warburton, Direttore Creativo di Crafts Council, l’istituzione britannica che dirige studia, sostiene e promuove il lavoro dei “nuovi artigiani” attraverso mostre, rassegne, percorsi di formazione e progetti di ricerca, e Anouk Wipprecht, FashionTech designer olandese di fama internazionale, che progetta indumenti micro-comandati attraverso l’uso di sistemi di bio-mimesi e di machine learning, abbinati a tecnologia animatronica, per la cui realizzazione si avvale delle più avanzate tecniche di stampa 3D.

 

 LA RICERCA “MADE IN ITALY” (2017)

La ricerca “Made in Italy” è stata lanciata nel 2017 con la volontà di indagare come e in che misura le nuove tecnologie siano entrate nel sistema dell’imprenditoria italiana e siano state in grado di portare valore ed efficienza ad alcune aziende e alcuni settori chiave del mercato italiano. L’indagine ha riguardato 787 imprese italiane, attive in particolare in tre settori: sistema casa, moda, orafo.

I risultati hanno mostrato come le aziende più evolute tecnologicamente nei tre comparti analizzati abbiano registrato performance migliori rispetto alla media. Analisi qualitative hanno permesso inoltre di individuare, all’interno di ciascuna area, un sottoinsieme di imprese che hanno sviluppato un mix tecnologico ricorrente e che rappresentano quindi una “frontiera tecnologica” settoriale.

A questo link è visibile la ricerca completa: madeinitaly.innovationandcraftsociety.it